bioimpedenzometria.PNG

BIOIMPEDENZIOMETRIA

Nella nostra farmacia è possibile effettuare la bioimpedenzometria, ovvero l'analisi della composizione corporea, basata sull'analisi bioelettrica dell'impedenza, un parametro che permette di conoscere quanta parte del nostro corpo è composta da muscoli e quanta da tessuto adiposo.

 

Di cosa si tratta

L'analisi bioimpedenzometrica è basata sulle proprietà di conducibilità elettrica del corpo umano. Una debole corrente passerà più facilmente nei comparti a bassa resistenza, ovvero dove c'è più acqua (tessuto muscolare). Mentre farà più fatica dove ce n'è di meno (tessuto adiposo e osseo). A seconda del risultato, si potrà capire la composizione indicativa del corpo di una persona. 

 

Quando serve misurarla?

Misurare la composizione del nostro corpo è importante, in molte situazioni fisiologiche e patologiche. In medicina, gli ambiti in cui riveste maggiore importanza è nella valutazione dell'obesità infantila o della sarcopenia (diminuzione di tessuto muscolare) negli anziani. Tuttavia, al di là di questi momenti specifici della vita di una persona, la bioimpedenzometria è utile anche in altri casi:

per chi svolge attività sportiva, al fine di comprendere l'efficacia di un esercizio

per chi vuole perdere peso, al fine di capire se il percorso seguito dà risultati e di che tipo, non solo in termini di chili persi;

per chi è in una situazione specifica, come le donne dopo la gravidanza, che puntano a familiarizzare con i cambiamenti del proprio corpo

 

Come si effettua?

Si tratta di un esame semplice e indolore, basato sul passaggio di una corrente impercettibile in zone del corpo come mano o piede. Verranno applicati due elettrodi e il paziente non avvertirà nulla.

Un'utilità maggiore dell'analisi bioimpedenzometrica si ha quando viene effettuata più volte a distanza di tempo, così da apprezzare e comprendere la ragione di cambiamenti di composizione del proprio corpo, a seguito di esercizio, patologie, eventi fisiologici.