top of page

BAMBINI STANCHI, COSA FARE?

Aggiornamento: 10 ott 2023



La stanchezza è un problema che può colpire anche i bambini, non solo gli adulti. Spesso i bambini si lamentano di essere stanchi, soprattutto dopo una giornata intensa, una notte con sonno tormentato/frammentato (tipico durante o dopo una malattia) o uno sforzo fisico e mentale. Questi tipi di stanchezza è normale e transitoria, e si risolve con un buon riposo e una dieta equilibrata. Quello di cui dobbiamo ricordarci è che la convalescenza è parte fondamentale del processo di guarigione: dopo la fase prodromica (poco prima dei sintomi) e quella di malattia vera e propria (quando i sintomi appaiono), solo la convalescenza permette al bambino di tornare in piena forma alle sue consuete attività. Ma vediamo se può venire un aiuto anche dai prodotti che vendiamo in farmacia.


L'inutilità dei multivitaminici multiminerali

Quando i bambini sono stanchi, molti genitori pensano di ricorrere ai multivitaminici multiminerali, credendo che possano dare loro più energia e vitalità. Tuttavia, questi integratori non sono sempre utili e necessari, anzi possono essere anche dannosi se assunti in dosi eccessive. Infatti, i multivitaminici multiminerali non sono dei rimedi miracolosi per la stanchezza, ma dei coadiuvanti che vanno usati solo in caso di carenze o deficit nutrizionali accertati. Se i bambini seguono una dieta varia ed equilibrata, che comprende tutti i gruppi alimentari (cereali, frutta, verdura, legumi, carne, pesce, uova, latte e derivati), non hanno bisogno di integrare le vitamine e i minerali, perché li assumono già con il cibo. Inoltre, un eccesso di vitamine e minerali può causare effetti collaterali indesiderati, come nausea, vomito, diarrea, mal di testa, irritabilità o disturbi del sonno.


Eleuterocco, la pianta più utile nei bambini stanchi

Se i bambini sono stanchi per motivi non patologici (cioè non dovuti a malattie o infezioni), ma per stress fisico o mentale (come cambiamenti di stagione, esami scolastici o problemi emotivi), si possono usare delle piante con azione tonica e adattogena. Queste piante sono in grado di aiutare l'organismo a adattarsi alle situazioni stressanti, aumentando la resistenza e la vitalità. Tra le piante più indicate per i bambini, la principale è l'eleuterocco, detto anche ginseng siberiano. L'eleuterococco infatti è una pianta originaria della Siberia che contiene dei composti attivi chiamati eleuterosidi. L'eleuterococco ha proprietà toniche e adattogene sul sistema nervoso centrale, sul sistema immunitario e sul metabolismo energetico. L'eleuterococco è utile per contrastare la stanchezza fisica e mentale, aumentare la resistenza allo stress e alle malattie, migliorare l'umore e la memoria. E' una pianta che appartiene alla tradizione fitoterapica russa, è stato usato per decenni e tutti gli studi concordano sulla sua sicurezza, anche ad alte concentrazioni. Si può assumere sotto forma di estratti liquidi o capsule, quotidianamente e anche per periodi prolungati (1-2 mesi), consigliabile sui bambini in età scolare.


Bibliografia:

26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page