top of page

MAL DI DENTI: CAUSE E RIMEDI



Con il termine mal di denti, ci si riferisce generalmente ad una risposta infiammatoria ad un'infezione batterica nel tessuto vicino al dente, vicino al foro che connette la parte interna viva del dente (polpa) al nostro sistema nervoso.


Cos'è

L'ascesso dentale è la seconda causa più comune di visita dentistica. Le carie dentali portano ad infezione della polpa (parte interna del dente), con estensione attraverso il foramen (foro presente nella radice del dente, dove passano vasi sanguigni e nervi), fino ai tessuti circostanti e formazione di un ascesso. Quest'ultimo è semplicemente un accumulo di liquidi, perlopiù linfatici e connessi al sistema immunitario, in una zona dove i tessuti sono molli: per questo motivo alla vista e al tatto appare come gonfio e dolente.


Come si cura

Il trattamento migliore di un ascesso dentale va adattato alla situazione. A volte si preferisce intervenire direttamente (probabilmente la scelta migliore), altre usare dei farmaci per controllare l'infezione. La terapia antibiotica non è necessaria prima di essere visitati da un dentista, a meno che non siano presenti segni di cellulite o altri sintomi non orali (febbre, ad esempio), oppure in caso di pazienti immunocompromessi, diabetici o fragili.

Il modo definitivo di affrontare un ascesso dentale è incidere e drenare. Il dentista potrà decidere poi se effettuare una cura canalare (intervento che "svuota" il dente, riempiendolo di materiale inerte, devitalizzandolo) oppure estrarre il dente.


Altri casi

Esistono situazioni in cui il mal di denti non è molto intenso e non è accompagnato da ascesso. In queste situazioni spesso si parla di gengivite o di un'infiammazione locale non settica. Il trattamento comprende l'uso di FANS (vedi articolo) e/o di clorexidina. Quest'ultima è un principio attivo antisettico locale, che si può applicare sia in gel, da lasciare in sede il più possibile e poi sputare, oppure in colluttorio, da risciacquare per 45'' e poi eliminare. Allo stesso modo è molto importante rimuovere eventuali accumuli di cibo, che nei casi di gengivite spesso sono la causa principale, per il loro accumulo tra i denti o nella tasca gengivale. A questo scopo sono utili scovolini oppure filo interdentale.


Bibliografia:

Monografia Acute Apical Dental Abscess su Dynamed (https://www.dynamed.com/condition/acute-apical-dental-abscess)

NHS- Dental Abscess (https://www.nhs.uk/conditions/dental-abscess/)

Linee guida dentisti americani (https://jada.ada.org/article/S0002-8177(19)30617-8/fulltext?utm_source=EBDsite&utm_content=guidelines)



2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page