top of page

ECHINACEA E PELARGONIUM, DUE PIANTE CONTRO I VIRUS



I virus sono agenti infettivi che possono causare diverse malattie, come il raffreddore, l'influenza, la bronchite, la sinusite e altre infezioni respiratorie. Per prevenire o curare queste patologie, molte persone preferiscono usare rimedi naturali, come le piante medicinali, che hanno proprietà antivirali, antibatteriche e immunostimolanti. Tra le piante più usate per combattere i virus ci sono l'echinacea e il pelargonium sidoides, due specie che hanno una lunga tradizione di uso nella medicina popolare.


Proprietà ed utilizzo di echinacea

L'echinacea è un gruppo di piante appartenenti alla famiglia delle Asteraceae, che comprende tre specie usate come integratori: Echinacea purpurea, Echinacea angustifolia e Echinacea pallida. Queste piante sono ricche di composti attivi, come polisaccaridi, derivati dell'acido caffeico e alcamidi, che hanno effetti benefici sul sistema immunitario. L'echinacea è in grado di aumentare il numero e l'attività delle cellule immunitarie, come i linfociti T e le cellule natural killer, che proteggono l'organismo dalle infezioni virali. Inoltre, l'echinacea ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, che riducono lo stress ossidativo causato dai virus. L'echinacea si può assumere sotto forma di capsule o tinture alcoliche (meglio che comprendano parti aeree e ipogee), sia in prevenzione che in caso di malattia. Nel primo caso, si consiglia di assumerla una volta al giorno, a cicli alternati, ad esempio una settimana di assunzione, tre di pausa. Nel secondo caso, all'opposto, si consiglia di assumerla in maniera intensiva: tre volte al giorno per una settimana, a partire dai primi sintomi.

Proprietà ed utilizzo di pelargonium sidoides

Il pelargonium sidoides, noto anche come geranio africano o umckaloabo, è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Geraniaceae, originaria del Sud Africa. La parte usata è la radice, che contiene sostanze come cumarine, flavonoidi e tannini, che hanno proprietà immunomodulanti e antivirali. Il pelargonium sidoides è efficace contro i virus che causano infezioni delle vie respiratorie superiori e inferiori, come il raffreddore, l'influenza, la bronchite e la sinusite. Il meccanismo d'azione del pelargonium sidoides consiste nell'inibire l'adesione e la penetrazione dei virus nelle cellule ospiti o nel bloccare la loro replicazione. Il pelargonium sidoides si può assumere sotto forma di capsule, sciroppo o gocce liquide. Si consiglia in fase di cura, ovvero dai primi sintomi, per tre volte al giorno, per una settimana al massimo consecutivamente. In commercio esiste una specialità medicinale di uso tradizionale: Kaloba.


Conclusione

L'echinacea e il pelargonium sidoides sono due piante medicinali che possono aiutare a prevenire e curare le infezioni virali delle vie respiratorie. Entrambe hanno proprietà antivirali, antibatteriche e immunostimolanti, che rafforzano le difese dell'organismo contro i virus. Si possono assumere sotto forma di integratori naturali, seguendo sempre le indicazioni del produttore o del medico per il dosaggio e la durata del trattamento. Le uniche controindicazioni nel caso di echinacea sono le malattie autoimmuni. Entrambe le piante non sono state testate in gravidanza e allattamento.


Bibliografia:

24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page