top of page

RINAZINA O VICKS SINEX? I DECONGESTIONANTI NASALI... E LE ALTERNATIVE

I decongestionanti nasali sono farmaci che servono a ridurre il gonfiore e la congestione delle mucose nasali, causati da raffreddore, allergie, sinusite o altre infezioni respiratorie. A volte possono essere utili, tuttavia è necessario stare attenti e bilanciare bene rischi e benefici. Vediamoli nel dettaglio.



Quando sono utili i decongestionanti nasali

I decongestionanti nasali sono utili quando si ha il naso chiuso o che cola, che impedisce di respirare bene e di sentire gli odori. Questo sintomo può essere molto fastidioso e influire sulla qualità della vita, soprattutto se si protrae nel tempo. I decongestionanti nasali agiscono restringendo i vasi sanguigni delle mucose nasali, che si dilatano in risposta all'infiammazione o all'irritazione provocata dai virus, dai batteri o dagli allergeni. In questo modo, riducono il gonfiore e il muco, facilitando la respirazione e il benessere, specialmente di notte, quando per colpa del naso chiuso si fatica a prendere sonno.

Come usare i decongestionanti nasali

I decongestionanti nasali si possono trovare sotto forma di compresse, sciroppi, gocce o spray, da assumere per via orale o da applicare direttamente nel naso. La scelta dipende dalla preferenza personale e dalla gravità dei sintomi. In generale, i decongestionanti orali hanno un effetto più duraturo ma anche più sistemico, cioè coinvolgono tutto l'organismo. Si consiglia di usarli non più di 2 volte al giorno. I principi attivi più usati sono pseudoefedrina e clorfeniramina. I decongestionanti topici (spray o gocce) hanno un effetto più rapido ma anche più locale, cioè limitato al naso. Si consiglia di applicarli dopo aver soffiato bene il naso, prima in una narice e dopo nell'altra, per non più di 3 volte al giorno. In genere, non si devono usare per più di 5-7 giorni consecutivi, per evitare il rischio di effetto rebound, cioè un peggioramento dei sintomi dopo la sospensione del farmaco, anche quando l'infezione e i suoi effetti negativi non sono più presenti. Questo effetto è tipico di questi farmaci e ne rappresenta il principale limite all'utilizzo.

Effetti collaterali e controindicazioni dei decongestionanti nasali

I decongestionanti nasali non sono infatti privi di effetti collaterali e controindicazioni. Tra gli effetti indesiderati più comuni ci sono: irritazione locale, bruciore, secchezza, starnuti. Quelli orali possono agire in maniera sistemica a vari livelli, addirittura fino a dare sintomi di insonnia, aumento della pressione arteriosa, tachicardia, palpitazioni. Questi effetti per fortuna sono più probabili se si usano dosi elevate o prolungate di decongestionanti nasali. Sarebbe meglio evitarli in caso di ipertensione arteriosa e malattie cardiache. Questi effetti collaterali, uniti ad un'utilità scarsa per patologie autorisolventi come quelle stagionali, determina un rapporto rischio beneficio negativo per i decongestionanti orali, nella maggior parte dei casi.


Alternative naturali ai decongestionanti nasali

Esistono delle alternative naturali ai decongestionanti nasali che possono essere utili per alleviare la congestione nasale senza ricorrere ai farmaci. Tra queste ci sono:

  • inalazione di vapore con acqua calda e oli essenziali (ad esempio eucalipto, menta o lavanda), che aiuta a fluidificare il muco e a liberare le vie aeree.

  • lavaggi nasali con soluzione fisiologica (ad esempio con l'ausilio di una siringa o neti-lota), che aiuta a pulire le mucose dal muco e dagli agenti irritanti.

  • assunzione di integratori naturali a base di piante con proprietà antinfiammatorie e immunostimolanti (ad esempio echinacea e pelargonium, questo l'articolo che gli abbiamo dedicato), che aiutano a prevenire e curare le infezioni respiratorie.

Conclusione

I decongestionanti nasali sono farmaci utili per ridurre la congestione nasale causata da raffreddore, allergie, sinusite o altre infezioni respiratorie. Si possono usare sotto forma di compresse, sciroppi, gocce o spray, tuttavia, bisogna fare attenzione agli effetti collaterali e alle controindicazioni. Esistono anche delle alternative naturali ai decongestionanti nasali, come l'inalazione di vapore, il lavaggio del naso, l'assunzione di alimenti o bevande calde e di integratori a base di piante. Queste possono essere efficaci per alleviare la congestione nasale in modo più delicato e sicuro.


Bibliografia:

104 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page