top of page

VITAMINA D: QUANDO IL SOLE BACIA LA PELLE



La vitamina D è un nutriente che svolge un ruolo importante in molti aspetti della nostra vita. Aiuta il corpo ad assorbire calcio e fosforo, essenziali per la salute delle ossa. Regola anche il sistema immunitario, il sistema nervoso e la risposta infiammatoria. La carenza di vitamina D può portare a vari problemi, come il rachitismo nei bambini, l'osteomalacia e l'osteoporosi negli adulti e un aumento del rischio di infezioni, cancro e altre malattie.


Come viene prodotta?

La vitamina D è prodotta principalmente dalla pelle quando esposta alla luce solare. Tuttavia, molti fattori possono influenzare la quantità di sintesi di vitamina D, come la pigmentazione della pelle, la latitudine, la stagione, l'ora del giorno, l'abbigliamento, l'uso di creme solari e l'inquinamento atmosferico. Pertanto, alcune persone potrebbero non ottenere abbastanza vitamina D dalla sola esposizione al sole e potrebbero aver bisogno di ottenerla da fonti alimentari o integratori.


Qual è il fabbisogno raccomandato?

La dose giornaliera raccomandata (Recommended Daily Allowance) per la vitamina D varia in base all'età e alla fase della vita. Per la maggior parte degli adulti, è di 15 microgrammi (mcg) o 600 unità internazionali (UI) al giorno. Per gli anziani (dai 71 anni in su), è di 20 mcg o 800 UI al giorno. Per le donne in gravidanza e in allattamento, è anche 15 mcg o 600 UI al giorno. Tuttavia, alcuni esperti suggeriscono che potrebbero essere necessarie dosi più elevate per una salute ottimale e per la prevenzione delle malattie.



Come dobbiamo integrarla?

Il modo migliore per determinare se qualcuno ha livelli adeguati di vitamina D è misurare la concentrazione di 25-idrossivitamina D (25(OH)D) nel sangue. Questa è la principale forma di vitamina D che circola nel corpo e riflette fonti sia endogene che esogene di vitamina D. Secondo la maggior parte delle linee guida, un livello di 20 nanogrammi per millilitro (ng/mL) o 50 nanomoli per litro (nmol/L ) o superiore è considerato sufficiente per la salute delle ossa e la salute generale. Un livello inferiore a 12 ng/mL o 30 nmol/L è considerato "carenza" e può causare gravi conseguenze per la salute. Un livello compreso tra 12 e 20 ng/mL o tra 30 e 50 nmol/L è considerato "insufficienza" e può aumentare il rischio di alcuni problemi di salute. In Italia sono stati recentemente rivisti i livelli sierici che consentono un'integrazione sostenuta dal Sistema Sanitario Nazionale come farmaci mutuabili (Dibase, Adisterolo, colecalciferolo sono i nomi dei prodotti in questione), che per gli individui non allettati o ricoverati in strutture sanitarie è pari a 12 ng/ml.


Come integrare la vitamina D

L'integrazione di vitamina D può aiutare a prevenire o curare la carenza di vitamina D e migliorare alcune patologie, innanzitutto l'osteoporosi. Tuttavia, la dose ottimale e la durata dell'integrazione possono variare a seconda dell'età dell'individuo, dello stato di salute, del livello basale di vitamina D e della risposta al trattamento. In molti studi, il dosaggio di integrazione ottimale è di 2000 UI al giorno, ovvero circa 60000 UI al mese, da assumere quotidianamente e non in monodosi mensili o bisettimanali.


Fonti naturali di vitamina D

La vitamina D può essere trovata naturalmente in alcuni alimenti, come pesce grasso, tuorli d'uovo, fegato e formaggio. Alcuni alimenti sono anche fortificati con vitamina D, come latte, yogurt, cereali, succo d'arancia e margarina. Tuttavia, la quantità di vitamina D contenuta in questi alimenti potrebbe non essere sufficiente per soddisfare il fabbisogno giornaliero di alcune persone. Pertanto, una dieta equilibrata che includa alimenti e integratori ricchi di vitamina D può essere necessaria per garantire un apporto e uno stato adeguati di vitamina D, oppure esporsi quotidianamente al sole, anche solo per 15 minuti.


La vitamina D è un nutriente vitale per la salute e il benessere. È importante mantenere livelli ottimali di vitamina D per tutta la vita ottenendo una sufficiente esposizione al sole, mangiando cibi ricchi di vitamina D e assumendo integratori se necessario. Nella nostra farmacia puoi effettuare la misurazione di 25-idrossivitamina D (25(OH)D) e trovare molti prodotti a base di vitamina D. A scegliere quale è il migliore per te ci penserà il nostro staff!


Bibliografia:

34 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page