top of page

I REPELLENTI PER ZANZARE IN GRAVIDANZA E NEI BAMBINI PICCOLI

Aggiornamento: 29 lug 2023



Le zanzare sono insetti fastidiosi, che possono anche trasmettere malattie gravi. Per questo motivo, è importante proteggersi dalle loro punture, anche in gravidanza e nei bambini. Tuttavia, non tutti i repellenti per zanzare sono sicuri o adatti a queste categorie di persone. In questo articolo cercheremo di rispondere ad alcune domande frequenti sull'uso dei repellenti per zanzare in gravidanza e nei bambini.

I repellenti che non vanno usati in gravidanza

In gravidanza, è bene evitare l'uso di repellenti che contengono sostanze potenzialmente tossiche o dannose per il feto. Tra queste ci sono i repellenti a base di permetrina, un insetticida che può essere assorbito dalla pelle e attraversare la placenta. La permetrina può causare malformazioni congenite, ritardo di crescita e problemi neurologici nel feto. In Italia per fortuna questo repellente non è a disposizione per l’uso umano, ma solo per l’uso negli animali (Biokill spray, prodotti per uso topico e collari antipulci per cani). Il suo profilo rischio-beneficio sulle persone ne limita l’uso nei contesti più estremi e/o di tipo militare. Un ruolo più delicato ce l’hanno i repellenti a base di oli essenziali puri, come la citronella, l'eucalipto, il geranio, la lavanda e la menta. Gli oli essenziali, infatti, possono avere effetti irritanti o allergici sulla pelle e possono interferire con gli ormoni della gravidanza. Tuttavia, nell’uso classico su braccia e gambe per qualche ora al giorno non si sono mai notati problemi e conseguenze per il nascituro. Eventualmente, nella donna in gravidanza, un consiglio molto prudente può essere quello di usarli dal quarto mese in poi.



Repellenti sicuri per gravidanza e allattamento

Il DEET (dietiltoluamide) è una sostanza chimica che ha un'azione a largo spettro contro le zanzare e altri insetti e tra i più usati nei prodotti antizanzare. Il DEET è sicuro per l'uso in gravidanza e in allattamento, purché si usino concentrazioni moderate (non superiori al 30%) e si applichi il prodotto con moderazione e seguendo le istruzioni. Un'altra molecola molto usata è l'icaridina (picaridina), una sostanza chimica simile al DEET ma con un odore meno forte e una maggiore tollerabilità sulla pelle. L'icaridina è sicura per l'uso in gravidanza e in allattamento, purché si usino concentrazioni moderate (non superiori al 20%) e si applichi il prodotto con moderazione e seguendo le istruzioni. L'IR3535 (etilbutilacetilaminopropionato), una sostanza chimica derivata dall'aminoacido alanina. L'IR3535 ha un'azione moderata contro le zanzare e altri insetti. L'IR3535 è sicuro per l'uso in gravidanza e in allattamento, anche in questo caso a concentrazioni moderate (non superiori al 20%) e applicato con moderazione e seguendo le istruzioni.

I repellenti per i bambini sotto i tre anni

Nei bambini sotto i 3 anni, è bene evitare l'uso di repellenti che contengono sostanze potenzialmente tossiche o irritanti per la pelle delicata dei piccoli. Tra queste ci sono quelli a base di permetrina, per gli stessi motivi esposti sopra. Quelli con olii essenziali possono essere efficaci e sicuri, tuttavia si consiglia sempre di provarli su piccole parti prima di stenderli in maniera più ampia sul corpo, per poter testare eventuali effetti irritativi (su pelli più reattive) o allergici, specialmente nell’uso ripetuto. I repellenti che sono sicuri e consigliati nei bambini sotto i 3 anni sono quelli che contengono sostanze approvate dall'EPA. Tra queste ci sono icaridina e IR3535 a basse concentrazioni. Sotto i 6 mesi di età, si sconsiglia qualsiasi prodotto per applicazione cutanea, ma si consiglia di applicare soluzioni di olii essenziali su pezzi di stoffa o fazzoletti di carta, da tenere vicino alla culla o nella stanza in cui soggiorna il bambino. In alternativa, può essere utile nebulizzare miscele di olii essenziali attraverso umidificatori ad ultrasuoni, saturando velocemente gli ambienti di soggiorno e areando le stanze prima di dormire, per permettere alle zanzare di uscire.


Bibliografia





20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page