top of page

REPELLENTI PER ZANZARE: COSA SONO E COME SI USANO

Aggiornamento: 29 lug 2023



Le zanzare sono insetti fastidiosi e pericolosi, in grado di trasmettere malattie come la malaria, la dengue, la febbre gialla e il virus Zika. Per proteggersi dalle loro punture, è utile usare dei repellenti per zanzare, ovvero sostanze che allontanano gli insetti dalla pelle umana. In questo articolo vedremo cosa sono i repellenti per zanzare, a cosa servono e come si usano.

Repellenti sintetici

I repellenti sintetici sono sostanze chimiche che interferiscono con i recettori olfattivi delle zanzare, rendendo difficile per loro individuare le fonti di sangue. Tra i repellenti sintetici più efficaci e diffusi ci sono il DEET (dietiltoluamide) e l'icaridina (picaridina). Queste sostanze hanno un'azione a largo spettro, cioè funzionano contro diverse specie di zanzare e altri insetti. Inoltre, hanno una durata relativamente lunga, che dipende dalla concentrazione e dalla formulazione del prodotto. Il DEET è stato storicamente alla base di Autan, che poi ha cambiato formulazione passando all'icaridina. La dietiltoluamide è comunque ampiamente presente sul mercato, all’interno di molti prodotti e in concentrazioni differenti. Sia DEET che icaridina sono generalmente sicuri per l'uso umano, ma possono causare irritazioni cutanee o reazioni allergiche in alcune persone. Inoltre, il DEET può danneggiare alcuni materiali plastici o sintetici. Per usare i repellenti sintetici, bisogna applicarli sulla pelle esposta o sui vestiti, evitando le mucose, le ferite e le zone sensibili. Bisogna ripetere l'applicazione ogni volta che il prodotto perde efficacia o dopo il lavaggio o abbondante sudorazione.



Repellenti naturali

I repellenti naturali sono sostanze di origine vegetale che hanno un odore sgradevole per le zanzare. Tra i repellenti naturali più noti ci sono gli oli essenziali di citronella, eucalipto, geranio, lavanda e menta. Queste sostanze hanno un'azione più limitata rispetto ai repellenti sintetici, sia in termini di spettro che di durata. Inoltre, possono avere effetti collaterali come irritazioni cutanee o fotosensibilità. Per usare i repellenti naturali, bisogna diluirli in un olio vegetale o in una crema neutra e applicarli sulla pelle esposta. Bisogna ripetere l'applicazione ogni due ore o più spesso se necessario.

Consigli per l'uso

Alcune curiosità e indicazioni pratiche da conoscere sui repellenti per zanzare:

  • i repellenti non uccidono le zanzare, ma le confondono o le respingono. Per questo motivo, è possibile vedere delle zanzare vicino alla pelle trattata con il repellente, ma senza che queste pungano.

  • i repellenti non devono essere applicati su tutto il corpo, ma solo sulle zone esposte. Inoltre, non è necessario applicare una quantità eccessiva di prodotto, ma basta una quantità sufficiente a coprire la superficie cutanea.

  • i repellenti possono interagire con la protezione solare, riducendone l'efficacia. Per questo motivo, è consigliabile applicare prima la crema solare e poi il repellente, lasciando un intervallo di tempo tra le due applicazioni. In alternativa, si possono usare dei prodotti che combinano la protezione solare e il repellente in un'unica formulazione.

  • i repellenti possono avere un odore forte o sgradevole per alcune persone. Per questo motivo, è bene scegliere il prodotto che si tollera meglio o che si preferisce. Inoltre, si possono usare dei profumi o delle essenze per mascherare l'odore del repellente.

Come difendersi senza repellenti

I repellenti per zanzare sono strumenti utili per prevenire le punture di insetti e le malattie associate. Tuttavia, non sono sufficienti da soli a garantire una protezione completa. Per questo, è bene adottare anche altre misure preventive, come:

  • indossare vestiti chiari, lunghi e larghi che coprano la maggior parte del corpo.

  • evitare di frequentare zone paludose, stagnanti o con vegetazione fitta, soprattutto nelle ore del tramonto e dell'alba.

  • usare zanzariere, tende o altri dispositivi fisici per impedire l'ingresso delle zanzare negli ambienti chiusi.

  • eliminare o trattare le possibili fonti di acqua stagnante dove le zanzare possono deporre le uova.

Seguendo questi semplici consigli, potrete godervi l'estate senza il fastidio delle zanzare.


Bibliografia





16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page