top of page

IL VACCINO CONTRO L'ENCEFALITE DA ZECCA: COS'è, COME FUNZIONA E PER CHI è CONSIGLIATO

Aggiornamento: 29 lug 2023



La meningoencefalite da zecche (TBE) è una malattia causata da un virus che si trasmette attraverso la puntura di una zecca infetta. La malattia può avere esiti gravi o fatali in una piccola percentuale dei casi. Per prevenire l'infezione, esiste un vaccino sicuro ed efficace che stimola il sistema immunitario a produrre anticorpi specifici. In questo articolo vedremo cos'è il vaccino contro la TBE, come funziona, quali sono gli effetti avversi, a chi lo consiglieresti, quante dosi servono perché sia efficace e quando è meglio usarlo.

Cos'è il vaccino contro la TBE e come funziona

Il vaccino contro la TBE è un vaccino inattivato che contiene il virus ucciso. Il vaccino non può causare la malattia, ma induce il sistema immunitario a produrre anticorpi specifici che neutralizzano il virus in caso di esposizione. Il vaccino ha una durata di almeno 3 anni e richiede dei richiami periodici per mantenere la protezione.

Quali sono gli effetti avversi del vaccino contro la TBE

Il vaccino contro la TBE è generalmente ben tollerato e ha pochi effetti collaterali. Al pari della maggior parte dei vaccini, gli effetti più comuni sono dolore e gonfiore nel sito di iniezione, febbre e malessere generale. Questi effetti sono di solito lievi e transitori e si risolvono entro pochi giorni. In rari casi, il vaccino può causare reazioni allergiche gravi che richiedono un intervento medico urgente. Il vaccino non va somministrato a persone che hanno avuto una reazione allergica al vaccino stesso o a uno dei suoi componenti.

A chi è fortemente consigliato il vaccino contro la TBE

Il vaccino contro la TBE è raccomandato a tutte le persone che vivono o si recano in zone endemiche per la TBE, soprattutto se praticano attività all'aperto che li espongono al rischio di punture di zecche. Le zone endemiche per la TBE in Italia sono la nostra regione Trentino-Alto Adige, ma anche Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e alcune aree della Liguria e della Toscana. Il vaccino è disponibile gratuitamente, per il Trentino è sufficiente andare su questa pagina per trovare le informazioni di prenotazione. Per le persone che viaggiano in zone endemiche per motivi turistici o professionali, il vaccino è a pagamento e deve essere richiesto con un adeguato anticipo.

Quante dosi servono perché il vaccino contro la TBE sia efficace

Il vaccino contro la TBE si somministra con tre dosi: la prima dose a scelta, la seconda dose dopo 1-3 mesi dalla prima e la terza dose dopo 5-12 mesi dalla seconda. La protezione si ottiene dopo la seconda dose e dura per almeno 3 anni. Per mantenere la protezione, si devono fare dei richiami ogni 3-5 anni.


Quando è meglio usare il vaccino contro la TBE

Il momento migliore per iniziare il ciclo di vaccinazione contro la TBE è l'inverno o l'inizio della primavera, in modo da essere protetti prima dell'inizio della stagione delle zecche (da aprile a ottobre). Se si inizia il ciclo di vaccinazione in estate o in autunno, si deve fare attenzione a usare anche altre misure preventive contro le punture di zecche (come repellenti, vestiti adeguati e ispezione del corpo) fino al completamento del ciclo.


Bibliografia




15 visualizzazioni0 commenti
bottom of page