top of page
  • Redazione

LE CREME AL CORTISONE: FOILLE INSETTI, DERMOCORTAL, GENTALYN BETA, ED EQUIVALENTI

Aggiornamento: 6 dic 2022


In commercio esistono molte creme cortisoniche, ovvero con principi attivi a base di cortisone. L'unico principio attivo di questa famiglia che sia ammesso in vendita libera in farmacia si chiama idrocortisone, conosciuto anche come cortisolo, proprio la stessa molecola presente nel nostro corpo, secreta in risposta al risveglio e ai fattori di stress.


Cosa sono?

Si tratta di rimedi farmacologici antinfiammatori, ma non c'entrano con i farmaci che si usano per le contusioni come Voltaren e Fastum (diclofenac e ibuprofene). Il loro effetto avviene sulla superficie della pelle, nelle patologie di tipo irritativo ed infiammatorio, come punture d'insetto, dermatiti (anche cronica, come quelle da contatto o atopica), irritazioni generiche e dermatosi (ad esempio psoriasi, tra quelle croniche. Si applicano in piccola quantità, coprendo tutta la zona interessata, anche più volte al giorno. Tra quelle a disposizione in farmacia senza ricetta non esistono grandi differenze: sono tutte efficaci allo stesso modo.


Che effetti collaterali hanno?

Nonostante la fama popolare del cortisone sia generalmente negativa, possiamo dire che le creme cortisoniche nel breve periodo sono rimedi altamente sicuri. Non rivestono pericolo applicativo né per gli adulti né per i bambini. Per questi ultimi l'unico rischio è rappresentato dall'applicazione in aree molto ampie e in zone critiche come quelle intime. Nel lungo periodo invece possono assottigliare lo strato cutaneo (atrofia), modificarne il colore (striae) e addirittura essere assorbite nel sangue in quantità significative. Questi aspetti sconsigliano un uso superiore ai 7 giorni consecutivi.


Cortisone e antibiotico

Talvolta queste creme si trovano associate ad un principio attivo antibiotico. L'obiettivo è curare le ferite infette, contemporaneamente diminuendo l'infiammazione. Il prodotto Gentalyn Beta e generici aiutano proprio in questi casi, ma il suo utilizzo è consigliato quando la componente infiammatoria della ferita è consistente e comunque non in tutti i casi di ferite cutanee.


Bibliografia:

Dermatology 4th Edition - Bolognia, Schaffer, Cerroni - (2017)

Goodman & Gilman's the pharmacological basis of therapeutics. New York, McGraw-Hill. (2018) 21th ed.







0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page